Attacco informatico WannaCry

Attacco informatico WannaCry

WannaCry, l’attacco ramsomware globale che sta attaccando tutto il mondo, ha finora infettato 200,000 sistemi in 150 nazioni. Continuano ad emergere ulteriori notizie di un nuovo tipo di attacco worm che EUROPOL ha definito “di un livello senza precedenti.”

La Polizia postale ha rilasciato sul proprio sito un vademecum, con l’intento non solo di mettere in guardia, ma di salvaguardare le risorse – prime fra tutte quelle pubbliche, come ospedali e trasporti – per tenere lontano il cryptoworm denominato WCry, WannaCry e WanaCrypt0r. Si tratta di istruzioni vere e proprie, destinate sia ai cittadini che alle aziende, perché vengano prese le misure necessarie per evitare che i dati dei pc in rete vengano bloccati, in cambio di una richiesta di riscatto.

Si consiglia vivamente  di installare la patch MS17-010. Ovvero, degli aggiornamenti per Windows Xp o Windows 2003, i sistema operativo più vulnerabile, che ormai sono fuori supporto da più di un anno.

Ecco i suggerimenti del sito della Polizia Postale che mi sento in dovere di condividere

Come controllare che il tuo sistema sia al sicuro dal ramsomeware Wanna Cry

Windows 7 e Windows Server 2008 R2
Controllare, tra gli aggiornamenti già installati sul sistema, la presenza delle patch contraddistinte dai seguenti indentificativi:KB4019264, aggiornamento cumulativo di maggio, 2017-05
KB4015552, anteprima aggiornamento cumulativo di aprile 2017
KB4015549, aggiornamento cumulativo di aprile 2017
KB4012215, aggiornamento cumulativo di marzo 2017
KB4012212, aggiornamento cumulativo di marzo 2017 (solo patch di sicurezza)

Se almeno uno qualunque degli aggiornamenti indicati risultasse già presente, il sistema Windows 7 o Windows Server 2008 R2 è adeguatamente protetto.
Diversamente, il suggerimento è quello di installare immediatamente almeno il pacchetto KB4012212, scaricabile cliccando qui nelle versioni a 32 e 64 bit (“per sistemi x64”).

Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2
Come nel caso precedente, è bene controllare la presenza di almeno una delle seguenti patch:

KB4019215, aggiornamento cumulativo di maggio, 2017-05
KB4015553, anteprima aggiornamento cumulativo di aprile 2017
KB4015550, aggiornamento cumulativo di aprile 2017
KB4012216, aggiornamento cumulativo di marzo 2017
KB4012213, aggiornamento cumulativo di marzo 2017 (solo patch di sicurezza)

Nel caso in cui tutti gli aggiornamenti fossero assenti, si dovrà provvedere subito ad installare almeno l’aggiornamento KB4012213.

Windows Vista
Nella schermata degli aggiornamenti installati, si deve verificare la presenza della patch KB4012598. Nel caso in cui fosse assente, si deve provvedere al download e alla sua installazione facendo riferimento a questo link.

Windows 10
Premere la combinazione di tasti Windows+R quindi digitare winver e premere Invio.
Se si legge 1703 come numero di versione (Creators Update), il sistema è già in sicurezza.

Nel caso in cui comparisse “Versione 1607” (Anniversary Update) controllare il numero di build accanto: il sistema è sicuro se appare 14393.953 o versioni successive.
Nel caso in cui si leggesse un numero di build precedente oppure “Versione 1511” o, addirittura, “Versione 1507“, si dovrà aggiornare all’ultima versione di Windows 10.
Per installare il Creators Update, si può procedere anche manualmente (consigliato se si utilizzasse ancora una vecchia versione di Windows 10): vedere Installazione pulita di Windows 10 Creators Update, Windows 10 Creators Update, download della versione finale già disponibile e Scaricare Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10 dai server Microsoft.

Windows XP, Windows Server 2003 e Windows 8

Windows XP, Windows Server 2003 e Windows 8 sono sistemi operativi non più supportati da parte di Microsoft. Considerata la gravità del problema di sicurezza che ha portato alla rapida diffusione del ransomware WannaCry, Microsoft ha rilasciato – in via eccezionale – anche gli aggiornamenti per i sistemi Windows ormai abbandonati.
La patch MS17-010 per Windows XP, Windows Server 2003 e Windows 8 è scaricabile e installabile manualmente da questo indirizzo.

Nel caso di problematiche particolari richiedete assistenza scrivendo a: supporto@assistenzapc.online e verrete contattati l più presto.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *